Port au Prince, 9 febb.Davvero un miracolo per un uomo che, dopo quattro settimane, è stato estratto ancora in vita, in questi ultimi giorni sotto le macerie del terremoto. Ora è sotto il controllo e le strette cure dei medici, secondo i quali l’uomo potrebbe riuscire a sopravvivere: notizia diffusa dalla tv Cnn. L’uomo rimasto sotto le macerie per circa quattro settimane, ossia dalla prima scossa di 27 giorni fa, appare gravemente disidratato e avrebbe perso almeno 15 kg.

Il medico Sanjay Gupta, nonché inviato della Cnn, sarebbe stato il primo a diffondere la notizia del ritrovamento. Evan Muncie è l’uomo scampato alla morte, sopravvivendo sotto le macerie, e ha 28 anni. Il suo corpo sarebbe stato estratto dalle macerie di un mercato, dove il giovane vendeva riso. Trovato in condizioni di estrema disidratazione, Evan Muncie è stato condotto immediatamente in un ospedale da campo, a Port-au-Prince, gestito da un team di medici americani della Università di Miami.

[ad#Adsense 234 x 60 Notizie]Non sono state riscontrate gravi ferite, ma era ovviamente in uno stato di confusione mentale. Appena portato in ospedale, ha dichiarato ai medici di avere ricevuto periodicamente rifornimenti di acqua, ma non risulta chiaro in che modo, e che mentre aspettava i soccorsi avrebbe sentito rumore dei bulldozer che stavano rimuovendo detriti.

Intanto, con un volo Livingston, sono arrivati ieri all’aeroporto di Malpensa i sette feriti con medici, infermieri e tecnici della missione umanitaria della Regione Lombardia, condividendo l’aereo con i turisti che rientravano in Italia da Santo Domingo. Sull’ Airbus 330, oltre un centinaio di passeggeri, saliti a bordo a La Romana, dopo che il velivolo aveva caricato gli altri allo scalo di Port-au-Prince. 180 le persone, in tutto.

Atterrati a Malpensa, i turisti sono stati sbarcati prima della cerimonia di accoglienza dei feriti. Ad attendere i superstiti vi era una gran folla di fotografi e di cameramen, giornalisti e autorità, nonché il Presidente della Regione, Formigoni. A loro è stato riservato un grande evento di benvenuto.

Gli haitiani saranno destinati a tre ospedali lombardi.

Rita A. Cirelli

[ad#Banner Adsense 468 x 60 Notizie]