BOLOGNA, 2 MAGGIO – La lotta salvezza volge al capitolo finale: con il Livorno già retrocesso, e il Siena con più di un piede in serie B, l’unica squadra che nutre ancora una flebile speranza di restare in Serie A è l’Atalanta. L’ultima chiamata passa attraverso la sfida odierna allo stadio Azzurri d’Italia dove, per l’occasione, sfiderà il Bologna di Colomba, che guarda i nerazzurri di Mutti dall’alto verso il basso, forte dei cinque punti di vantaggio.

Vincendo, l’Atalanta salirebbe a -2 dal Bologna e, con due partite ancora da giocare, la lotta per la salvezza sarebbe praticamente riaperta: un’eventuale sconfitta decreterebbe invece la quasi matematica retrocessione (l’unica speranza sarebbe vincere le ultime due partite e sperare che la Lazio perda le tre gare che restano ancora da giocare), così come il pareggio, anche se – in quest’ultima caso – l’aritmetica darebbe ancora qualche minima chance ai neroazzurri di provincia.

Ecco perchè Mutti è intenzionato a giocarsi il tutto per tutto tra le mura amiche. Il ‘Tir’ Tiribocchi, il più in forma in questo momento per i bergamaschi, giocherà al fianco di Amoruso con Valdes e Ferreira Pinto sulle fasce laterali del centrocampo: in difesa, squalificati Bianco e capitan Manfredini, spazio a Peluso Capelli, che comporranno la difesa con Bellini e Pellegrino.

Il Bologna FC deve fare a meno di Lanna, squalificato, e degli infortunati Mingazzini e Mudingayi, sostituito a centrocampo da Guana. Confermato invece il giovane Casarini, con Pisanu che dovrebbe partire titolare largo a destra con Buscè sulla corsia opposta. Davanti bomber Di Vaio e il ‘pantheron’ Zalayeta con Adailton pronto ad entrare a partita in corso.

Redazione Sportiva

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Zanox 300 x 250][ad#Juice Overlay]