BOLOGNA, 15 GENNAIO – “Certe notti” accade che litighi con il tuo amico “Vascolizzato” per convincerlo di quanto sia meglio il “Liga” e di quanto sia uno sfigato Vasco.

“Certe notti” si trasformano in “Alba chiara” e tu sei ancora lì a sostenere che il vero rock lo fa solo il “Blasco” e il tuo amico pazzo di Ligabue dev’essere proprio fuori di testa per insultare il tuo idolo.

Certi giorni, tu e il tuo amico vi svegliate e scoprite che, mentre voi stavate ad ammazzarvi per decidere chi fosse il migliore, Vasco dichiara su Facebook: “Rinnovo stima per Ligabue. Non esiste alcuna antipatia, odio o rivalità tra me e lui” e ancora: “La nostra è tutta una finta commedia, la grande truffa del rock’n’roll. Non ci vogliamo affatto male, lui fa la sua musica e io la mia. Per quel che ci conosciamo devo dire che ci siamo sempre trovati d’accordo su tutto. Ci siamo sempre rispettati. E nei momenti importanti lui c’è sempre stato e io non dimentico”. Tutto finto dunque: gli insulti, le provocazioni, le dichiarazioni, gli sfottò di questi anni, sono tutti parte di un progetto nel quale i due attori principali, per l’appunto, recitano.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

La dichiarazione di Vasco scaturisce da una indiscrezione giunta alle orecchie del rocker, probabilmente attraverso alcuni suoi fans, secondo la quale l’argomento portante della prossima puntata del Chiambretti Show, sarà appunto quella che viene definita dal presentatore come “la sfida del secolo”. Ma non è tutto, il “Komandante” rincara la dose: “Mi son detto ma sogno o son desto. Ancora …. Ma sempre solo noi due tra l’altro. Ma vogliamo sfidarci un po anche io e morgan battiato o baglioni. Va be è questa la sfida che …..tira”. Ma cosa abbiamo fatto di male noi due poveri cristi per vederci ridotti ogni volta a questi confronti inutili ma soprattutto stupidi. Bene allora Chiambretti si è divertito anche questa volta un po alle mie spalle e ha inventato la serata…televisiva”. Quelle degli scorsi anni erano tutte scenate, la vera notizia è che Vasco e Ligabue si vogliono bene!

Leonardo Brunetti