TARANTO, 13 GENNAIO – Dopo un lungo silenzio Concetta Serrano – madre della quindicenne Sarah Scazzi uccisa il 26 Agosto 2010 e ritrovata in un pozzo tra il 7 e l’8 ottobre dello stesso anno – si è concessa alle telecamere di Quarto Grado.

La trasmissione in onda stasera su Rete quattro trasmetterà l’intervista integrale.

Concetta, da sempre dignitosa e compita nonostante il dramma che sta vivendo, ha affermato “ spero che qualcuno ceda… basta che cade uno cadono tutti… è un effetto domino”.

L’inizio del processo, le nuove prove a carico di Sabrina, la rottura dell’equilibrio di casa Misseri, fanno ben sperare in una pronta risoluzione del caso.

[ad#Juice 120 x 60][ad#Juice Overlay]

Il movente dell’omicidio, secondo l’accusa, è la gelosia nutrita da Sabrina nei confronti di Sarah per le continue attenzioni che Ivano le aveva per lei.

La scoperta di una foto di Sarah in pigiama sul cellulare del ragazzo è stata impossibile da “mandar giù” per Sabrina e allora è scattata la furia omicida…

Il processo in corso farà luce  sull’accaduto.

Anna Filannino