BRINDISI, 11 GIUGNO – Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” esprime solidarietà al professor Angelo Rampino, preside della scuola “Morvillo Falcone” di Brindisi, recentemente colpita dal vile e sciagurato attentato nel quale ha perso la vita l’innocente Melissa Bassi e feriti alcuni studenti, per il provvedimento cautelare di sospensione, di cui è giunta notizia dalla stampa, subìto in data odierna appena rientrato dalle ferie richieste dopo il tragico evento.

Pur non conoscendo le ragioni di tale provvedimento che secondo le fonti di stampa avrebbe natura cautelare e non disciplinare, non possiamo non esprimere vicinanza umana e solidarietà anche perché lo stesso preside era stato posto incautamente ed inavvedutamente al centro di polemiche per aspetti concernenti la sua vita passata non meglio definiti dai soliti avventurieri di certa carta stampata e per tali ragioni era stato inopportunamente individuato come possibile bersaglio dell’attentatore.

Per tali ragioni, lo “Sportello dei Diritti” a mezzo del suo presidente Giovanni D’Agata comunica la disponibilità a predisporre gratuitamente le difese avverso il provvedimento cautelare a mezzo dell’avvocato trepuzzino Luigi Renna e del portavoce dello “Sportello dei Diritti” Francesco D’Agata entrambi del Foro di Lecce.

Giovanni D’Agata