FIRENZE, 26 FEBBRAIO – Una curva, lo schianto contro il guardrail, una serata in discoteca che diventa l’ultima. Tre giovani ventenni, due mugellani e un siciliano, hanno perso la vita nell’incidente stradale avvenuto la notte scorsa, intorno a mezzanotte, lungo il tratto dell’A1 tra Barberino e Calenzano, al chilometro 267 in direzione Firenze.

Le vittime sono Daniele Stellini, 23 anni di Vicchio, Martina Ignesti, 21enne di Scarperia, e Gaetano Gueli, 22enne di Caltagiorne. I tre ragazzi erano quasi giunti a destinazione quando Stellini ha perso il controllo della sua Twingo in prossimità di una curva. Secondo le ricostruzioni, la vettura, all’uscita della lunga galleria “Croci di Calenzano”, sarebbe andata a sbattere contro il guardrail e si è ribaltata, fermandosi sulla corsia di sorpasso.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Lo schianto è stato violentissimo: Gueli è finito in una scarpata nei pressi dell’autostrada, mentre la ragazza è stata sbalzata fino alla corsia d’emergenza della carreggiata opposta. Stellini, invece, è morto sul corpo ed il suo corpo è rimasto incastrato nelle lamiere dell’auto. Il veicolo, trasportato nella depositeria di Barberino, è stato messo sotto sequestro. La polizia sta indagando sulle cause dell’incidente, anche se sembrerebbe che nessun altro veicolo sia stato coinvolto nell’accaduto.

La Twingo dei tre ragazzi era preceduta da un’altra vettura con a bordo alcuni loro amici, i quali, però, non si sono accorti dell’incidente. Non vedendoli arrivare al locale e non riuscendo a contattarli sui cellulari, gli amici sono tornati indietro a cercarli e hanno scoperto la loro tragica sorte.

Martina e Daniele erano fidanzati, mentre Gaetano si era trasferito in Toscana, a Borgo San Lorenzo, per studiare giurisprudenza.

Giovanni Gaeta