SANREMO, 19 FEBBRAIO – Siamo al penultimo appuntamento con le pagelle di Sanremo 2012. Quarta serata dedicata ai duetti tra i big in gara con degli “amici italiani” tra alti e bassi. Pochi sono stati i momenti degni di attenzione. Sicuramente hanno fatto la differenza Noemi accompagnata dall’anima degli Stadio Gaetano Curreri ed Arisa con Giovanardi dal gruppo dei La Crus.

Tra i Giovani la spunta il 15enne Alessandro Casillo con un brano insipido e banale sul talento vero di Marco Guazzone e Erica Mou. Per la pupilla di Caterina Caselli arriva almeno il Premio della Critica.

Eliminati tra i big i Matia Bazar e Chiara Civello.

Sanremo 2o012, le pagelle della quarta serat

Pagelle duetti Artisti BIG

[ad#Google Adsense]NOEMI E GAETANO CURRERI: la canzone cresce ancora. La voce della rossa è inarrestabile. Duetto riuscitissimo tra i due. Trascinante. Podio con annesso primo posto per Lei. Rubarglielo sarebbe l’ennesimo scandalo con complice il televoto. Voto 9,5

CARONE – DALLA – GRIGNANI : cantata da Gianluca Grignani “Nanì” sembra inedita. Quando un vero interprete fa la differenza in un brano non è nelle corde del giovane Carone, che farebbe meglio a scriverle le canzoni piuttosto che cantarle. Voto 6

DOLCENERA E MAX GAZZE’ : la cantante salentina si mangia a colazione, pranzo e cena Max Gazzè. Un NON duetto per la canzone più radiofonica di tutto il Festival. Voto 8

BERTE’ – D’ALESSIO – DJ FARGETTA : la peggiore esibizione. Peraltro in playback, che il regolamento del Festival non permetterebbe. Ma si sa quando c’è D’Alessio si chiude un’occhio. Anzi no, si chiudono entrambi. Voto 2

CHIARA CIVELLO E FRANCESCA MICHELIN : sul palco non si distinguevano. Al massimo per la scelta poco azzeccata dei vestiti color confetto. La vincitrice di X Factor dimostra di aver tanta strada da fare e accompagna la Civello verso l’uscita principale del Festival. Così vorrà anche il voto dell’orchestra e da casa. Voto 4

SAMUELE BERSANI CON PAOLO ROSSI: due palloni sul palco. Paolo Rossi peggiora ancor di più la situazione di un brano che già la prima sera non aveva convinto. Malinconia del Bersani di “Giudizi universali”. Voto 5

EUGENIO FINARDI CON PEPPE SERVILLO ( AVION TRAVEL): il brano, sera dopo sera, prende sostanza e si lascia ascoltare. Riesce a superare anche la serata e vola verso la finalissima. Per alcuni potrebbe vincere. Per me no. Voto 5,5

NINA ZILLI E GIULIANO DE PALMA: incantevole la Zilli nel suo Westwood oro sfavillante. Il duetto non rende giustizia alla canzone che la Mina dei nostri tempi ( paragone azzardato?) canta decisamente meglio. Da sola. Voto 7

ARISA E MAURO ERMANNO GIOVANARDI: sarà la bellezza poetica de “La notte”, ma l’esibizione risulta la migliore della serata. Le loro voci si sfiorano, si toccano per unirsi nel ritornello. Amo.  Arisa ha il pezzo migliore e merita la vittoria. Mi auguro nell’effetto sopresa come fu l’anno scorsa per il prof. Vecchioni. Voto 9

EMMA E ALESSANDRA AMOROSO : le sorelle di Maria insieme. La canzone, sinceramente discreta, non è nelle cordi dell’Amoroso. Si sente e si vede. Al resto ci pensa Emma come sempre grintosa e decisa. Il duetto piace al popolo dei talent show, ma in realtà riesce in una sola cosa : raccogliere più voti possibili. Voto 5

MATIA BAZAR E PLATINETTE : la scelta più rischiosa. Platinette, tolta parrucca e trucco, mostra il suo volto e recita alcuni versi della canzone con grande intensità. Completa l’opera la voce bellissima della Mezzanotte. Voto 7,5

FRANCESCO RENGA E IL CORO DELLA SCALA: i virtuosismi vocali di Renga uniti alle voci bianche del Coro della Scala. Un risultato davvero interessante, che da nuova luce ad una canzone che potrebbe sorprendere nella finale di domani sera. Voto 7

Pagelle dei Giovani

ALESSANDRO CASILLO : emozionato vista l’età, si esibisce quasi verso mezzanotte. Stecca a più non posso. Il brano risulta insipido e banale. La peggiore canzone proposta dai Giovani. Alle ragazzine piace, complice il bel faccino e gli regalano la vittoria finale. Per me non meritata. Voto 3

IOHOTANTAVOGLIA: come detto l’altra sera questa canzone di “Incredibile” ha solo una cosa: il titolo. Ancora non mi capacito di come abbiano potuto battere “Carlo” il vero tormento radiofonico. Voto 2

MARCO GUAZZONE: anche stasera si fa notare più per la giacca che per le qualità canore, ma almeno non stecca. Il brano è interessante, regala brividi e a incorniciare il tutto c’è il suono del pianoforte. Per me è il vincitore di Sanremo Giovani 2012. Voto 7,5

ERICA MOU : arriva armata di chitarra la nuova pupilla di Caterina Caselli, ma sono pochi gli applausi per lei. Stranamente. Non vince, ma si accontenta del premio migliore: quello della Critica. Ora spetterà al suo mentore indirizzarla come deve negli ambienti musicali. Voto 7

Pagelle Presentatori ed Ospiti

GIANNI MORANDI : meno gaffe per una serata in cui Gianni, forse complice qualche red bull di troppo, sembra davvero aver messo le ali. Ritorna al suo ruolo di presentatore e di co-spalla con Papaleo. Voto 6

ROCCO PAPALEO: la sua foca si riabbatte sull’Ariston. Come sempre ironico, pungente. Spetta a lui risollevare, diverse volte, l’incipit della serata. Deludenti questa sera alcune uscite, ma conferma nuovamente di essere la vera sorpresa di questo 62imo Festival.

IVANKA MRAZOVA: la valletta trasparente passerà alla storia del Festival per la sua fastidiossima risata e per il suo “io non ho capito niente” riferendosi all’esibizione del comico Siani. Voto 2

SABRINA FERILLI : ritorna sul luogo del delitto con stile ed un po’ di malinconia. Un pò priva di contenuti l’intervista di Gianni Morandi, ma l’attrice romana ha nuovamente dimostrato di prendere posizione e di metterci la faccia. In particolare quando appoggia il sermone di Celentano, anzi precisa “avrei aggiunto altre 2/3 cose”. Voto 7

Emanuele Ambrosio