BOLOGNA, 02 FEBBRAIO –  Questo venerdì sarà l’inizio di un weekend ricco di uscite imperdibili per il cinema in Italia. Grandi attese e qualche buona novità per il panorama cinematografico italiano.

Millenium – Uomini che odiano le donne

Partiamo subito con il tanto atteso – e già pesantemente criticato dall’élite cinematografica – remake della trilogia svedese Millenium, adattamento cinematografico del caso editoriale del compianto Stieg Larsson. Dietro la macchina da presa di Millenium – Uomini che odiano le donne è l’americano David Fincher, regista di numerosi action movie sanguinari e “pieni di botte”, come Fight Club e Seven.  Millenium – Uomini che odiano le donne, racconta la storia di Mikael Blomkvist (Daniel Graig), giornalista celebre per il suo impegno sociale e per una condanna di diffamazione nei confronti di un potente uomo d’affari, viene ingaggiato da Henrik Vanger, potente industriale svedese per aiutarlo nella ricerca della verità e del corpo della giovane nipote, assassinata, molto probabilmente, da un membro della sua numerosa, e disturbata, famiglia. Per andare avanti nelle indagini, Mikael si affianca di una giovane hacker, Lisbeth Salander, dal passato turbolento e da un presente decisamente non migliore. I due, tra i fantasmi del proprio passato, affronteranno una delle indagini più intricate e che lascerà per sempre un segno indelebile nelle proprie vite.

Hugo Cabret – Recensione

Altra grande attesa è la favola in 3D di Martin Scorsese, tratto da Brian Selzinick, Hugo Cabret.  Hugo Cabret è un piccolo orfano che vive nascosto nella stazione di Paris Montparnasse e che si occupa di far funzionare gli orologi della stazione, coltivando il sogno di aggiustare l’uomo meccanico che conserva nel suo nascondiglio e che gli ha lasciato il padre. Per fare questo sottrae gli attrezzi al giocattolaio della stazione che, accortosi del furto, gli ruba il taccuino di suo padre con i disegni dell’automa. Recuperare quel prezioso taccuino diviene per il piccolo Hugo Cabret una questione di vita.

Muppet – Recensione

Se invece avete voglia di passare una serata al cinema all’insegna della risata, non preoccupatevi, questo weekend vi faranno compagni i Muppet, pronti a riunirsi per salvare i loro Studios e per realizzare il sogno di uno dei loro fan più grandi.

Sulla strada di casa – Recensione

Il cinema italiano, invece, ci riserva Sulla strada di casa, per la regia di Emiliano Corapi, una storia che intreccia la crisi dell’imprenditorialità italiana odierna alla criminalità: Alberto, sposato e con due bambini, ha una piccola impresa che è sull’orlo del fallimento. Impossibilitato a gettare la famiglia sul lastrico, il giovane imprenditore, decide di fare il corriere per gente poco raccomandabile. Ma un viaggio non va come previsto e la sua famiglia viene presa in ostaggio da tre malviventi interessati al carico successivo. Il prossimo viaggio sarà una lotta contro il tempo e soprattutto il mezzo per risolvere – e risolversi –  e salvaguardare la sua famiglia e il loro futuro.

Hesher è stato qui – Recensione

Le ultime due uscite del fine settimana sono la storia difficile di un ragazzino statunitense, sconvolta dalla morte prematura della madre, Hesher è stato qui, e le storie dei poliziotti della squadra parigina dell’Unità di Protezione dell’Infanzia impegnati in casi spesso simili anche se ognuno con una sua specificità, raccontate da Maiween Le Besco in Polisse.

Federica Palmisano