BOLOGNA, 27 DICEMBRE – Capita che una persona decida di cambiare direzione rispetto al proprio karma. Magari il lavoro non da soddisfazioni, la carriera suscita invidie, si sono raggiunti obiettivi che ci hanno resi soddisfatti di noi stessi e si sceglie di rimettersi in gioco, di ripartire da zero. Lasciare una posizione ormai “comoda” per rilanciare alla vita; è questo che fa grandi le scelte che una persona può fare.

Sasha Grey è una donna che ha deciso di cambiare direzione pur non rinunciando a far parlare le vertigine che vibra dal suo corpo perfetto.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

La vediamo oggi in un servizio sul numero italiano di dicembre 2011 della rivista “Playboy”, ma i recenti successi della Grey contano una presenza nel film “The Girlfriend Experience”  di Steven Soderbergh, ed ha impersonato se stessa nella serie “Entourage” (serie tv che non è certo stata “peso piuma” visto che vanta tre Emmy Award e un Golden Globe).

Ancora più recentemente ha scatenato le polemiche di nervosissimi e noiosi moralisti per essere andata in una scuola a leggere favole agli alunni.

Nello show business il male che uccide il successo è spesso quello che relega l’artista nel personaggio che il pubblico gli vuol cucire addosso. La saggia quanto affascinate Sasha lo ha già capito e si prepara ad affrontare pregna di talento, le molte vie che il futuro le promette. Come diceva il grande scrittore Rudyard Kipling:

“Se saprai fare un mucchio di tutte le tue vincite
E rischiarle in un giro di testa e croce,
e perdere, e ricominciare da capo
e non fiatar verbo sulle tue perdite…

…tuo sarà il mondo e tutto ciò che contiene…”

Luca Brandetti