PALERMO, 23 DICEMBRE – Nessuna pista e nessun movente, circa il ritrovamento di ben tre cadaveri carbonizzati nelle campagne siciliane.

Il primo corpo è stato rintracciato nelle campagne di Misilmeri, nel palermitano, più precisamente in contrada Marraffa. Non sono state accertate le generalità dell’uomo, ma il comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri ipotizza che possa trattarsi di Salvatore Unitario, 42 anni, disoccupato, di cui non si hanno più notizie dal 7 ottobre scorso.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Gli altri due corpi, invece, sono stati rinvenuti in una macchina abbandonata, sempre in campagna, in zona Lentini, nel siracusano, più in particolare, in contrada Serravalle. L’auto era una Reanult Modus e i corpi carbonizzati erano posizionati, uno sul lato conducente, l’altro sul sedile posteriore. Non sono ancora state accertate le generalità dei corpi e, soprattutto, la causa della morte, ma dalla dinamica del ritrovamento, la Squadra mobile di Siracusa e gli agenti del commissariato di Lentini, giunti sul luogo dell’omicidio, sospetta che possa trattarsi di un omicidio di stampo mafioso.

Indagano rispettivamente carabinieri e polizia e, attualmente, non si esclude nessuna ipotesi.

Federica Palmisano