BOLOGNA, 18 APRILE – Continua a suscitare polemiche il nuovo film dell’irriverente Nanni Moretti. «Habemus Papam? C’è l’abbiamo già, boicottiamo Nanni Moretti». L’appello è stato pubblicato sul quotidiano “L’Avvenire“, dal vaticanista Salvatore Izzo. La pellicola di Nanni Moretti racconta la storia di un Papa timoroso e depresso.

«Non fidiamoci dei critici che lo assolvono – prosegue Izzo sul quotidiano della Cei – . Boicottiamolo al botteghino: solo noi cattolici lo possiamo salvare. Per quale oscuro motivo dobbiamo finanziare chi offende la nostra religone? Non è decoroso scimmiottare il capo della Chiesa. Il Papa non si tocca, è la pietra su cui Gesù ha fondato la Chiesa».

Secca la replica del regista Palma d’Oro a Cannes con il film ‘La stanza del figlio’: «Sul mio ultimo lavoro, c’è piena libertà d’opinione, ma non commento le accuse di Izzo. Solo dopo aver visto il il film, possono boicottarlo».

La pellicola cinematografica, uscita venerdì scorso, il primo giorno ha incassato un ottimo bottino: 227 mila euro

BoTg24