ROMA, 2 MARZO – Un’alternanza settimanale tra conduttori di talk show con diversa formazione culturale, tutti in prima serata sulla Rai. E’ la proposta del nuovo testo di atto di indirizzo del pluralismo, presentata dal PdL. Secondo il relatore di maggioranza Butti, l’occupare sempre le sere del martedì e giovedì “è diventata una rendita per alcuni conduttori”.

“La Rai valuti – si legge nella bozza – l’opportunità dell’apertura di nuovi spazi di approfondimento, affidati a altri conduttori, negli stessi giorni (martedì e giovedì) alla stessa ora (prima serata), sulle stesse reti e con le stesse risorse secondo una equilibrata alternanza settimanale”.

PLURALISMO, ZAVOLI BACCHETTA OPPOSIZIONE “Io devo fare il mio dovere di trovare un punto di convergenza e vedo grandi passi avanti nel testo della maggioranza”. Così Zavoli, presidente della Commissione di Vigilanza Rai, ha criticato il comportamento dell’opposizione nella discussione sull’atto di indirizzo del pluralismo presentato dal PdL.

“Sento ancora parlare di irricevibilità – aggiunge Zavoli – e nasce il sospetto che non si voglia arrivare a una soluzione condivisa”. “La logica del tanto peggio tanto meglio non mi appartiene, è uno sgarro al Parlamento”, conclude.

Redazione