MILANO, 25 NOV. –  Cuore, orgoglio e rabbia. Sono i tre sentimenti che l’Inter campione d’Europa ha messo in campo ieri sera alla “Scala del calcio”.

A San Siro la squadra di Benitez batte il Twente per 1-0. È Esteban Cambiasso al 10′ della ripresa a siglare il gol qualificazione, beffando con un sinistro secco Mihaylov sulla ribattuta in barriera del tiro di punizione di Sneijder. Il “Cuchu” salva così la panchina traballante del ”nemico” Benitez, consegnando ai nerazzurri il passaggio del turno con un turno d’anticipo.

LA GARA | Avvio aggressivo dell’Inter, guidata dal pallone d’oro in pectore Sneijder: sua la prima clamorosa occasione da gol dopo tre minuti e anche la traversa, al 17′, su punizione magistrale da i 25 mentri. In generale il gioco nerazzurro non è paradisiaco ma appare da subito fluido e preciso. Il Twente si risveglia alla mezzora, ma è Castellazzi a compiere un miracolo su un rigore in movimento di Janssen. I campiondi d’Olanda crescono esponenzialmente nel finale, il primo tempo si chiude comunque a reti inviolate.

Nella secondo frazione  di gioco il sortilegio si spezza. Al 60′ della ripresa l’Inter si porta in vantaggio con Cambiasso, beffando con un sinistro secco Mihaylov sulla ribattuta in barriera del tiro di punizione di Sneijder. Dopo la rete i nerazzurri vanno più di una volta vicino al raddoppio, ma gli olandesi non issano bandiera bianco e colpiscono una traversa con un cucchiaio favoloso di Landzaat. Tutto inutile però per il Twente: è l’Inter a portare a casa il risultato, passando così agli ottavi.

Cambiasso ha salvato il soldato Benitez, congelando momentaneamente il suo esonero

M.R. | BNSport