LostNEW YORK, 24 MAGGIO – L’epilogo ambiguo della serie culto Lost. L’ultimo espisodio si è concluso nello stesso modo con cui era cominciato sei anni fa. Dopo l’attesa spasimante degli ultimi giorni – milioni di fans si sono tuffati nella rete alla ricerca di spoiler -, gran parte dei rebus della serie sono rimasti irrisolti e alcuni dubbi nei telespettatori rimangono.

Dunque è stato il medico Jack Shephard che salva l’isola di “Lost”. Le inquadrature si concentrano su Jack, riverso sulla spiaggia dopo avere salvato l’isola dal tentativo del perfido Uomo in Nero di farla inabissare con tutti i superstiti.

Gli autori del serial culto made in Usa hanno scelto un finale più ambiguo per la realtà alternativa centrata su Los Angeles: tutti i personaggi si riuniscono sorridenti in una chiesa, dopo avere ritrovato il ricordo del loro passato nell’isola, per una cerimonia soffusa di luce dove la linea di confine tra la morte e la vita è molto sottile. Molti appassionati hanno osservato la puntata finale riuniti in organizzatissimi ‘Lost Parties’ in bar e ristoranti. Ma il finale ambiguo della serie è destinato a provocare una bufera mediatica: proprio quello che gli autori desideravano per mantenere vivo il ricordo di un irraggiungibile successo.

Redazione