MILANO, 6 MAGGIO – Neanche il tempo di assaporare una vittoria estenuante e il rientro nella city, dopo oltre due mesi da naufrago in Nicaragua, che Il trionfatore della settima edizione dei Isola dei Famosi, il ‘figlio dì Daniele Battaglia, viene lanciato direttamente sul palinsesto di Raidue.

Ad averlo preso nelle sue grazie, oltre al pubblico che l’ha votato nel corso di tutti i televoto, è infatti il direttore di rete Massimo Liofredi che nella conferenza stampa prefinale ha anticipato ieri di trovarlo «bravo, educato, un esempio positivo per i coetanei» e di aver «pensato di farlo esordire in una trasmissione». [ad#Juice Overlay]

Questa edizione del reality caratterizzata da «volti nuovi e puliti», come ha detto Simona Ventura, e povera invece dei volti ‘famosì, sembra quindi spianare la strada a un nuovo ‘figlio dei Pooh’, sulle orme dell’ormai consolidato conduttore Francesco Facchinetti, anche lui ex naufrago.

Daniele racconta a Tgcom la paura di passare per un raccomandato e svela gli enigmi della frattura con Sandra Milo.

Ho sempre subito una certa prevenzione e molti preconcetti nei miei confronti perché sono sempre stato indicato come il figlio di Dodi dei Pooh o il ‘fratello sfigato’ di Francesco Facchinetti. Con questo programma ho avuto l’opportunità di presentarmi per quello che sono veramente e credo che questo sia arrivato al pubblico che mi ha votato.

Sei stato il primo a cambiare le regole del gioco sull’Isola. Quando ti sei accorto che c’erano persone false?

Ho capito che c’era un’atmosfera speciale e particolare nel gruppo capeggiato dalla cupola mafiosa, ovviamente ho fatto in riferimento pesante ma era giusto per far comprendere alle persone da casa con chi avevamo a che fare. Nella prima settimana di permanenza Sandra Milo mi aveva detto delle cose bellissime, che ero una persona speciale e che mi avrebbe salvato da qualsiasi nomination, salvo poi nominarmi alle mie spalle. Insomma prima ricevevo una carezza e poi un pugno, mi sono sentito preso in giro.

La Milo ha anche rivelato in diretta una tua confidenza…

E’ stato un gesto di cattivo gusto. Le avevo confidato comunque quanto fosse difficile essere figlio di un uomo di spettacolo, anche per le assenze che ho subito. Le avevo raccomandato di essere discreta su quello che le avevo rivelato. E invece…

Presto condurrai un programma in Rai, che cosa ti piacerebbe fare?
Scopro solo ora la grande opportunità che mi viene data e ne sono molto fiero. Mi piacerebbe fare un programma che possa attingere dalle mie esperienze passate.

In verità non sarebbe la tua prima esperienza nel mondo dello spettacolo…
Ho lavorato molto a Radio Italia, pubblicato album e ora collaboro con Radio 105. Insomma la mia bella gavetta me la sono fatta!

Redazione

[ad#Juice 300 x 250]