BRESCIA, 21 MARZO –  L’ennesimo caso di violenza gratuita su bambini di una scuola elementare. Questa volta accade a Breno in provincia di Brescia.

Una maestra di 54 anni, ancora non si conosce la sua identità ma con molta esperienza scolastica maturata durante tanti anni di insegnamento e madre di due bimbi, è stata arrestata ieri mattina dai Carabinieri della cittadina della Valcamonica a causa dei ripetuti maltrattamenti nei confronti dei suoi alunni.

Dopo la denuncia di alcuni genitori, scattata alla fine dello scorso febbraio, i Carabinieri hanno posizionato all’interno dell’aula una microtelecamera e tramite le immagini la triste realtà è venuta a galla. La donna maltrattava i propri studenti di terza elementare schiaffeggiandoli, tirando loro i capelli e le orecchie e accanendosi ripetutamente sui poveri malcapitati. Di conseguenza a causa di questi ripetuti atteggiamenti violenti ed arroganti si è reso necessario l’intervento dei Carabinieri per porre fine a tali azioni riprovevoli e condurre nel carcere di Verziano a Brescia l’insegnate che avrà così modo di pensare a  i suoi inutili ed assurdi maltrattamenti.

Solo di qualche settimana fa l’ultimo caso simile in Calabria e qualche mese prima in Sicilia, e se andiamo indietro nel tempo tantissimi altri ne ricorderemo in ogni luogo della nostra Penisola. L’Italia in questo caso sembra tristemente unita.

Francesco Amato
Redazione Stage