BRESCIA, 6 MARZO – Il giorno dopo la strage condotta da Mario Albanese le indagini continuano. I racconti sono molti e le discrepanze non mancano. L’amica del cuore di Francesca Alleruzzo, in un intervista al Corriere della Sera, ha parlato di stalking e persecuzioni ai danni della maestra elementare. La donna, secondo il racconto dell’amica, era continuamente controllata dall’ex marito che non riusciva ad accettare la fine della loro storia. Telefonate, sms, pedinamenti che non lasciavano presagire nulla di buono. L’amica ha raccontato che ha provato a convincere Francesca Alleruzzo di recarsi in questura per la denuncia, ma la donna non ha fatto in tempo.

Ad un’altra amica, Francesca Alleruzzo avrebbe confessato la sua paura anche a cambiare la serratura dell’abitazione, pressata dalle continue minacce. Era il grido d’aiuto di una madre che voleva solo una vita normale per crescere al meglio le sue figlie piccole. Al momento, le tre bambine non sono ancora state informate della scomparsa della madre e sono assistite da personale specializzato.

I vicini di casa parlano di fulmine a ciel sereno. Mai si sarebbero immaginati di trovare, aprendo le finestre, un simile spettacolo. Il dirimpettaio della donna ha dichiarato «qui ci conosciamo tutti, lui lo vedevamo spesso, un po’ perché veniva a prendere i bambini, ma anche perché lui e lei si frequentavano abbastanza spesso. Non posso certo dire se tra i due ci fossero liti o meno, però non è mai accaduto niente da far pensare a una tragedia simile».

[ad#Juice Overlay][ad#Google Adsense]

Le altre vittime della strage, Chiara Matalone e Domenico Tortorici, avevano un sogno semplice: sposarsi. La ragazza aveva raggiunto la madre dalla Calabria qualche tempo fa ed il giovane fidanzato da allora non desiderava che ricongiungersi con l’amata. Quando le cose sembravano indirizzarsi sulla strada giusta la tragedia. Il ragazzo sembra, infatti, che avesse finalmente trovato un lavoro, seppur a termine, in un negozio della zona. In lutto il quartiere di Salice, Reggio Calabria, per la scomparsa del ragazzo conosciuto da tutti.

Luca Bresciani
Redazione Centrale