CROTONE, 20 GENNAIOJessica Rita Spina è deceduto stamattina all’ospedale di Crotone, due giorni dopo il parto cesareo che ha portato alla luce Antonio, il bambino che la donna aveva in grembo. La giovane mamma era giunta in ospedale in ottime condizioni di salute tre settimane prima della fine del travaglio, ma dopo l’operazione ha accusato i primi malori. Secondo il referto medico sarebbe stata vittima di un arresto cardiaco

Quello che per il momento sembra un triste episodio di malasanità dovrà essere accertato dalle indagini che verranno seguite da una commissione di inchiesta interna. I periti dovranno spiegare le ragioni del decesso.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Una drammatica realtà potrebbe però emergere dalle indagini. Stando a quanto dichiarato da Ignazio Marino, presidente della Commissione d’inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale “si tratta di uno stillicidio raggelante che deve finire. La sanità calabrese è da tempo sotto osservazione della nostra Commissione anche per quanto riguarda il parto cesareo. A Reggio Calabria il 65% delle donne vengono sottoposte a parto cesareo, anche se l’Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene che la media dei parti cesarei dovrebbe arrivare al 13,7%”.

Interventi di questo genere, specie in Calabria, avverrebbero principalmente in piccole strutture private nei giorni feriali molto probabilmente a causa di un rimborso economico maggiore rispetto al normale

Antonella Prudente