TARANTO, 11 GENNAIO – Nuove scoperte in merito al delitto della quindicenne Sarah Scazzi: Sabrina Misseri avrebbe ucciso la cugina per gelosia. A rivelarlo i risultati delle indagini effettuate  sul cellulare di Ivano, il bel tenebroso di cui la Misseri era innamorata a tal punto da non contenere le sue avances neanche dinanzi al diniego del giovane.

Grazie a nuove tecniche informatiche, in grado di recuperare gli sms cancellati, i messaggi scambiati (e poi cancellati) tra Sabrina e Ivano all’epoca dei fatti saranno a disposizione dei giudici.

[ad#Juice 120 x 60][ad#Juice Overlay]

Si complica ulteriormente la posizione della giovane imputata che, solo ieri, durante la prima seduta del processo tenutasi a Taranto, piangeva stringendo tra le mani un fazzoletto nervosamente stropicciato forse nel tentativo di ribadire la sua innocenza.

A dispetto dei nuovi risvolti il padre, Michele Misseri, nel tentativo di scagionare le donne della famiglia, continua a proclamarsi innocente.

Anna Filannino