RENO (NEVADA), 17 SETTEMBRE – Si aggrava il bilancio della tragedia dei cieli in Nevada. Un aereo da collezione risalente alla seconda guerra mondiale si è schiantato al suolo a pochi metri dalle tribune assediate da centinaia di spettatori, riuniti per assistere al Reno National Championship Air Races.

Diversi i pareri dei principali tabloid statunitensi sull’entità della strage. Il Los Angeles Times stila un bilancio di cinque vittime mentre i network di Reno forniscono un bilancio di una decina di persone uccise. La rete televisiva MSNBC, che cita espressamente fonti dei soccorritori, parla di 25 feriti in condizioni gravissime

L’aereo da collezione, un Mustang P-51 soprannominato «Gallopping Ghost», era pilotato da un noto stuntman di Hollywood, il 74enne Jimmy Leeward, deceduto nell’impatto.

Tuttora ignote le cause dell’incidente, che potrebbe essere dovuto ad un guasto meccanico del vecchio aereo.

Testimoni raccontano scene di orrore, vissute come un film pochi istanti dopo lo schianto dell’aereo. «Vi erano molte persone a cui mancavano parti del corpo – ha raccontato Greg Schwab al Cnn – non una sola persona era rimasta in piedi». «E’ stata la cosa più orribile che abbia mai visto, stavo guardando l’aereo e improvvisamente l’aereo non c’era piu’», ha riferito un altro testimone, Greg Erny.

Redazione Online