TERRACINA, 23 NOV. – Si chiude il cerchio sul barbaro omicidio di Emiliana Femiano, stupenda 25enne di Terracina , uccisa domenica sera dall’ex convivente Luigi Facetti.

Negli ultimi mesi i due si erano riavvicinati  attraverso le pagine virtuali di Facebook e, sul social network, avevano fissato un appuntamento. Per due ore, all’interno di una abitazione di Terracina, nel Lazio, hanno parlato, litigato. Poi, improvvisamente, si è consumato l’efferato omicidio.

Secondo la prima ricostruzione dei militari, Emiliana è arrivata a Terracina domenica sera, verso mezzanotte. Ad accompagnarla Giuseppe Prisco, 21 anni, napoletano, barista e cugino di secondo grado dell’omicida, e il 19enne Marco Prisco, cugino di Giuseppe. Emiliana e Luigi – che era agli arresti domiciliari per aver accoltellato la donna un anno fa – sono rimasti insieme per quasi due ore al culmine delle quali si è scatenata la violenta lite. Dopo l’omicidio, Faccetti è fuggito verso Napoli e si è fatto accompagnare in ospedale proprio dai cugini Prisco: ai medici del nosocomio ha raccontato di aver subito una rapina. Una versione che non ha convinto i sanitari che hanno prontamente avvisato i carabinieri. I cugini Prisco sono stati rintracciati dai carabinieri di Giugliano tra Napoli e Afragola e sottoposti a fermo, per l’ accusa di favoreggiamento personale.

Redazione