TARANTO, 22 NOV. – Nuove rivelazioni cruciali giungono dal cuore di Avetrana. «Michele Misseri sta coprendo la moglie Cosima: lei rappresenta il fortino da espugnare se si vuole raggiungere la vera ricostruzione dei fatti».

Lo hanno dichiarato oggi gli avvocati della famiglia di Sarah Scazzi, Walter Biscotti e Nicodemo Gentile sottolineando che «l’impacciato silenzio e le goffe risposte» con le quali Zio Michele «tenta di giustificare il ruolo e i movimenti delle moglie, sono indice certo che la verità non è ancora stata pienamente raggiunta».

«L’incidente probatorio – proseguono gli avvocati della vittima – ha confermato la gravissima responsabilità a carico di Misseri e di Sabrina, quest’ultima quale esecutrice materiale della piccola Sarah». «La verità di Michele però – concludono Biscotti e Gentile – ci appare incastrata tra una serie di evidenti bugie ed omissioni». Lo zio di Sarah, insomma, «è credibile in ordine alla fase della soppressione del cadavere e, invece, mente riguardo alla dinamica dei fatti e alla successiva gestione del segreto familiare, dopo che si era disfatto del corpo».

Redazione