BOLOGNA, 12 NOV. – Nuovo appuntamento con “Quarto Grado” la trasmissione condotta da Salvo Sottile, che indaga sui principali fatti di cronaca nera e delitti irrisolti.
Stasera nuovamente spazio all’omicidio di Avetrana. Michele Misseri, nel corso dell’incidente probatorio, avrebbe confermato la versione rilasciata agli inquirenti il 5 novembre: “E’ stata Sabrina ad uccidere Sarah. Il ho solo occultato il cadavere”.
Michele Misseri avrebbe ritrattato la violenza sessuale sul cadavere di Sarah.
Su quest’ultima versione di Michele non ci sono però ancora conferme ufficiali, ma solo indiscrezioni che trapelano dopo il contro-interrogatorio dell’uomo da parte degli avvocati di Sarah, Walter Biscotti e Nicodemo Gentile.

INTERROGATORI IN CORSO – Nonostante sia in corso l’interrogatorio con la formula dell’incidente probatorio di Michele Misseri, che si sta tenendo nel carcere di Taranto, gli investigatori della polizia giudiziaria che stanno lavorando al caso Sarah Scazzi sentiranno alcune persone al comando provinciale dell’Arma di Taranto. In particolare, gli esperti della benemerita dovrebbero sentire un uomo che il 26 agosto accompagnò la moglie e la figlia nei pressi di via Deledda ad Avetrana perchè dovevano andare da un avvocato che ha lo studio alle spalle dell’abitazione della famiglia Misseri. L’uomo potrebbe aver visto qualcosa e in questo caso le sue dichiarazioni potrebbero tornare utili agli inquirenti. Ma gli investigatori sentiranno nuovamente la coppia di fidanzatini che videro per ultimi Sarah subito dopo le 14 di quel tragico 26 agosto. Le loro dichiarazioni saranno vagliate attentamente anche in virtù del nuovo interrogatorio al quale è sottoposto Michele Misseri.

TROUPE FRANCESE AD AVETRANA – Anche una troupe di una televisione privata francese si trova da stamane a Taranto per girare un documentario sul giallo di Avetrana, dove il 26 agosto e’ stata uccisa la 15enne Sarah Scazzi. Il documentario andra’ in onda durante una trasmissione che viene irradiata la domenica pomeriggio. La troupe, oltre che davanti al carcere di Taranto si e’ recata anche ad Avetrana.

Redazione