FOGGIA, 17 GIU. – «Feriti non ce ne sono. Da tutte le verifiche compiute finora risulta che solo due persone nella città di Foggia hanno fatto ricorso alle cure del 118 per malori da spavento». Lo afferma l’assessore alla Protezione civile della Regione Puglia, Fabiano Amati. «Stiamo continuando – spiega Amati – ad effettuare, attraverso tecnici specializzati, tutte le ulteriori verifiche che attengono la staticità degli edifici più importanti e finora stiamo ricevendo notizie confortanti anche per quanto riguarda questo aspetto».

I NUMERI DEL SISMA Secondo i rilievi effettuati dai sismografi dell’istituto Nazionale di Geofisica, il terremoto che si è verificato oggi nel Foggiano, ha riguardato il distretto sismico del Tavoliere delle Puglie. Si è verificato alle 14.20’18« ed è stato di magnitudo 4.4. L’epicentro è stato localizzato nel punto di coordinate 41.478 di latitudine e 15,616 di longitudine e ad una profonditaàdi 8.3 chilometri. La profondità dell’epicentro del sisma è stata successivamente precisata in 30.1 chilometri, piuttosto profonda per un sisma. Entro 10 chilometri rispetto all’epicentro si trova solo la città di Foggia, tra dieci e 20 chilometri si trovano i comuni di Carapelle, Orta Nova, Rignano Garganico e Ordona, tutti in provincia di Foggia.

Redazione