FOGGIA, 17 SETT. – Panico, urla e apprensione. Sono queste le emozioni che stanno vivendo le persone riversatesi in strada dopo la violenta scossa di terremoto registrata nel foggiano. I centralini delle forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco sono stati presi d’assalto dai tanti che chiedevano informazioni sul sisma. Al momento – secondo le prime notizie giunte in redazione – non si registrano danni o persone rimaste ferite.

«Sino a questo momento dalle verifiche che abbiamo fatto nell’ area garganica non risultano feriti, nè danni consistenti». Lo ha dichiarato all’ANSA l’assessore alla Protezione civile della Regione Puglia, Fabiano Amati. «Abbiamo cominciato la verifica nel Subappennino: stiamo contattando tutti i Comuni – ha detto Amati – per verificare le conseguenze della scossa e siamo in fase di accertamento per valutare il grado di intensità della scossa zona per zona. Al momento non ci risultano situazioni di emergenza». «Nel frattempo squadre di tecnici – ha reso noto Amati – sono già al lavoro per verificare la staticità delle infrastrutture più importanti (come ponti e ospedali) presenti sul territorio interessato alla scossa di terremoto».

Redazione