FOGGIA, 17 SETT. – Un boato ha scosso questa mattina la provincia di Foggia. Una scossa di magnitudo 4.4 è stata registrata dai sismografi dell’Ingv alle 14.20 ed è stata nettamente avvertita dalla popolazione. Lo si apprende dall’ufficio stampa del Dipartimento della protezione civile. L’epicentro è stato localizzato tra la città, Carapelle e Ortanova: per la paura gente in strada. Al momento – secondo le prime notizie – non si registrano danni o persone rimaste ferite.

Alla scossa principale delle 14.20, di magnitudo 4.4, è seguita nella stessa area del Tavoliere delle Puglie un’altra scossa di assestamento alle ore 14.33, classificata di magnitudo 2.0 dall’Istituto Nazionale di Geofisica.

PROTEZIONE CIVILE – «Sino a questo momento dalle verifiche che abbiamo fatto nell’ area garganica non risultano feriti, nè danni consistenti». Lo ha dichiarato all’ANSA l’assessore alla Protezione civile della Regione Puglia, Fabiano Amati. «Abbiamo cominciato la verifica nel Subappennino: stiamo contattando tutti i Comuni – ha detto Amati – per verificare le conseguenze della scossa e siamo in fase di accertamento per valutare il grado di intensità della scossa zona per zona. Al momento non ci risultano situazioni di emergenza». «Nel frattempo squadre di tecnici – ha reso noto Amati – sono già al lavoro per verificare la staticità delle infrastrutture più importanti (come ponti e ospedali) presenti sul territorio interessato alla scossa di terremoto».

NOTIZIE DAL NAPOLETANO È stata avvertita anche nel Napoletano la scossa di terremoto di magnitudo 4.4. il cui epicentro è stato localizzato vicino a Foggia. Diverse le telefonate che sono pervenute sia ai vigili del fuoco che all’Osservatorio Vesuviano: i cittadini hanno soprattutto chiesto conferme e se il tutto fosse legato ad un’eventuale attività del Vesuvio.

Attacchi di panico e 118 nel caos.

Parla la Protezione Civile

Redazione