ROMA, 7 SETT. “Ciao mi chiamo Sarah. Mia madre si chiama Concetta, ha circa 49 anni. E’ molto fredda, forse perché è stata adottata¿ non vado molto d’accordo con i miei genitori, specialmente con mia madre, ci litigo ogni giorno, anche per stupidaggini.” Sono queste alcune parole di un tema scritto dalla giovane Sarah Scazzi, la quindicenne scomparsa da Avetrana lo scorso 26 agosto, un documento che, insieme a un test attitudinale, sono pubblicati integralmente sul sito Tgcom (Mediaset).

[ad#Juice 120 x 60]Proseguono incessantemente le ricerche e gli appelli per ritrovare la ragazza, i documenti pubblicati dal Tgcom evidenzierebbero un disagio psicologico di Sarah nei confronti della famiglia e in particolare della madre, che emerge anche nel test scolastico dove alla domanda “Che rapporto hai con tua madre?”, la ragazza risponde “conflittuale”. Una ragazza che ama viaggiare, che sogna di lavorare come cameriera su una nave da crociera, che adora il fratello ma che ha un grande desiderio, che emerge dal test, una inquietante verità, utile alle indagini in corso: “per me vivere ad Avetrana è: non vedo l’ora di andare via”.

Redazione

[ad#Juice Banner][ad#Cpx Popunder][ad#Juice Overlay]