REGGIO EMILIA, 1 SETT. – Spacciava cocaina a bordo della propria auto, fermandosi solo quando il cliente lo raggiungeva nel posto X, affiancandolo rigorosamente  in bicicletta. Solo allora tirava fuori le dosi, che nascondeva da manuale  in bocca.

I carabinieri di Reggio Emilia, grazie al pentimento di alcuni cocainomani che avevano segnalato di essersi dovuti munire di bicicletta per rifornirsi dal singolare spacciatore, sono riusciti alla fine ad arrestarlo, assieme ad un coinquilino, a cui e’ stata trovata droga nei pantaloni durante la perquisizione domiciliare.

In manette sono finiti due cittdini nigeriani, Adamu Sani, 22 anni, e Demond Aguinede 29 anni, entrambi domiciliati a Reggio Emilia in Via Puccini: entrambi dovranno rispondere di spaccio di stupefacenti. Sequestrate una decina di dosi di cocaina e circa 4000 euro ritenuti provento dell’attività illecita. Con lo stratagemma dello spaccio “in movimento” , Adamu Sani riusciva a curare lo spaccio in diversi quartieri della citta’, in modo tale da tener lontano i sospetti dei curiosi.

Redazione

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder][ad#Zanox Banner]