POTENZA, 10 MAGGIO – Uniti dallo stesso dolore . Cosi ieri sono apparsi durante l’incontro con i giornalisti Gildo Claps e Ben Barnett , fratello di Heater Barnett uccisa e mutilata nel 2002 a Bournemouth.

« Ho la sensazione che questi due omicidi siano legati da uno strano destino. E proprio questa sensazione mi fa sperare, o meglio, questa volta mi fa credere, che siamo arrivati alla svolta e che si possa quindi procedere all’arresto di Danilo Restivo» queste le parole del fratello di Elisa ,il cui corpo è stato ritrovato a diciassette anni dalla scomparsa nel sottotetto della Chiesa Della Santissima Trinità a Potenza.

Per rispetto della legge inglese, Ben Barnett non ha mai fatto il nome di Restivo seppure vi siano diversi elementi che collegherebbero l’uomo all’omicidio della sarta inglese .

Rodney Browne amico e vicino di casa di Heater definisce << angosciata >> la donna per la visita che Restivo le fece e durante la quale alla donna furono sottratte misteriosamente le chiavi di casa che in quel momento erano appese alla porta.

Si attendono tra due giorni gli esiti definitivi degli esami effettuati sul corpo della ragazza , i tempi si fanno invece più lunghi per quanto riguarda i funerali della ragazza che avranno luogo non prima di un mese per garantire tutti gli accertamenti peritali.

Anna Tringali[ad#Juice Overlay]

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]