BRESCIA, 10 MAGGIO – È terminata la caccia a un automobilista pirata che ieri mattina ha investito, uccidendolo, un ciclista a Ghedi (Brescia). La vittima è un noto medico bresciano di 66 anni, Angelo Cavagnini. L’incidente è avvenuto intorno alla 10 a metà strada tra Ghedi e Ponterosso. Cavagnini viaggiava in bicicletta in direzione Marcaria (Mantova), dove avrebbe dovuto pranzare con i parenti che l’avevano preceduto in auto.

Ma la bici è stata improvvisamente tamponata dal veicolo e il medico è caduto in un canale asciutto a lato della strada, sbattendo ripetutamente contro il cemento. Quando i sanitari sono sopraggiunti, con l’eliambulanza, non c’è stato nulla da fare.

L’investitore, secondo le indagini della polizia stradale del distaccamento di Montichiari, stava viaggiando su una Clio di colore nero. È stata raccolta una testimonianza in base alla quale l’auto, proveniente da Ghedi, ha poi voltato verso Malpaga, frazione di Calvisano (Brescia). La vettura è stata notata dal testimone perché aveva il parabrezza visibilmente danneggiato.

A quanto si è appreso, le indagini hanno porto all’arresti del pirata della strada grazie alle riprese di una telecamera di un sistema di vigilanza a circuito chiuso di un’azienda, situata a pochi metri dal punto dell’incidente, che però dovranno essere ulteriormente visionate.

I carabinieri della Compagnia di Desenzano hanno arrestato il conducente della vettura in provincia di Brescia.

Redazione Centrale
[ad#Juice Overlay]

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]