ROMA, 7 MAGGIO – Un gruppo sparuto di dieci giovani che si avvicinano davanti alla sede nazionale del PdL a Roma in via dell’Umiltà rovesciando a terra un bidone con 15 chili di letame. Sopra un ‘pappagallo’ versione mignon e le bandierine del PdL e dei movimenti di destra Casapound e del Blocco Studentesco.

È durato solo qualche frazione di secondo ieri mattina il blitz di protesta e provocazione, probabilmente diretto contro la manifestazione che le due associazioni di estrema destra hanno organizzato per oggi a Roma, in Piazza della Repubblica.

La banda è stata tradita dalle immagini delle telecamere di sorveglianza situate ai lati del palazzo e, soprattutto, da alcuni video che girano in rete sui blog. La Digos ha già identificato e denunciato tre autori del gesto: si tratta di due uomini e una donna rispettivamente di 39, 34 e 26 anni, tutti appartenenti alla sinistra antagonista capitolina. Dovranno rispondere di manifestazione non preavvisata, imbrattamento e resistenza a pubblico ufficiale per aver spintonato un addetto alla vigilanza della sede, che aveva tentato di bloccarli.

Redazione Centrale

[ad#Juice 300 x 250]