PARMA, 3 MAG. – È finalmente finita la vicenda giudiziaria per la figlia di Calisto Tanzi, l’ex-patron del latte, Francesca Tanzi, arrestata nel febbraio 2004 con il fratello Stefano e altri quattro manager coinvolti nel caso Parmalat. Lo ha annunciato alla stessa Tanzi il suo legale, Luca Sirotti, al quale ha risposto incredula “finalmente questa sera dormo nel mio letto”.

La Tanzi, a solo quattro mesi dal termine della pena, si era nuovamente rimessa nei guai tentando, questa volta, di vendere opere d’arte, parte del famigerato “tesoro” venuto alla luce dopo il crac dell’azienda. Il loro ritrovamento (dicembre 2009) da parte della Guardia di Finanza, nella sua casa parmigiana, le avevano riaperto le porte del carcere di Modena. Infatti, con il patteggiamento, nel 2007, era stata condannata a una pena di tre anni e cinque mesi ma aveva ottenuto il beneficio dell’affidamento ai servizi sociali, immediatamente revocato dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna dopo la scoperta.

[ad#Juice Overlay]

Fabienne Bellizzi

[ad#Juice 300 x 250][ad#Zanox 300 x 250]