FOGGIA, 29 MAR. Raggiunta al telefono da un giornalista del Corriere, Antonella Cusmai, commercialista 36enne, militante Pd e candidata al consiglio comunale di Margherita di Savoia, racconta alcuni dettagli della rissa che qualche giorno fa l’ha vista contrapposta all’onorevole Gabriella Carlucci, candidata sindaco del centrodestra per lo stesso comune.

È il piano di costruzione di una residenza per anziani, di cui entrambe le donne rivendicano i meriti, l’evento che ha scatenato il violento alterco, durante un incontro pre-elettorale presieduto dalla Carlucci.

Interrogata sulla dinamica degli eventi, la Cusmai precisa: “È lei che mi ha dato mazzate; io avrò urlato che lo stesso piano l’avevo presentato già io due giorni prima”. A dispetto dell’aspetto elegante, la Carlucci sfoggia una notevole forza fisica, tipica delle donne magre. “E’ un fascio di nervi”. E all’accusa di aver dato una pessima dimostrazione di sé, la commercialista replica: “È facile adesso dire no, non si fa, non si deve, voi che fate politica dovreste dare il buon esempio. Ma quella aveva gli occhi di fuori, il respiro affannato, ansimava di rabbia”.

Tuttora indecisa se sporgere denuncia contro la sua avversaria politica, Antonella Cusmai porta addosso i segni della lite: un trauma al collo da contraccolpo certificato da un referto medico.

Sara Deriu