ROMA, 29 MAR.– Il cardinale Martini interviene sulla polemica innescata dagli articoli del Times e sullo scandalo irlandese: “ripensare una situazione che ha in indotto il Papa a intervenire sottolineando che da dio viene il coraggio che non si lascia intimidire dal chiacchiericcio delle opinioni dominanti”.

Sull’obbligo del celibato dei sacerdoti il cardinale si dice aperto a cercare nuove strade e di riaprire all’interno della chiesa una discussione sulla sessualità, perché solo in questo modo secondo il cardinale si può riconquistare la fiducia della gente e delle nuove generazioni. All’ex arcivescovo di Milano si è opposto il ministro vaticano per l’unità dei cristiani Walter Kasper il quale ha separato la questione del celibato sacerdotale con gli scandali sugli abusi sessuali del clero sui minori e sottolinea come sia un abuso chiamare in causa il celibato.

Paolo Pizzonia