PARMA, 10 FEB. Il classico illustre sconosciuto (almeno fino ad ora) intasca 70 milioni di euro (circa 140 miliardi delle vecchie lire) al Superenalotto con una schedina da 12. La dea bendata, o meglio la regina delle dee bendate, sosta per una notte a Parma, alla tabaccheria “Bottini” del centro commerciale “CentroTorri”. Il fortunato vincitore di Parma dovrà spartirsi l’intero bottino con l’altro 6 uscito a Pistoia. I fortunati si divideranno il jackpot di circa 140 milioni di euro.

Torna così ad uscire il 6 milionario che tardava dal 22 agosto. Quel giorno venne realizzata, a Bagnone in Toscana, la più alta vincita della storia dei giochi in Italia, pari a 147,8 milioni di euro.

[ad#Redazione 200 x 200]Secondo il gestore della tabaccheria di Parma, la giocata potrebbe essere stata fatta lunedì tra le 14 e le 18, orario di punta, con un sistema da 10 o al massimo 12 euro.

«Con una ha fatto sei, e con l’altra schedina ha fatto cinque (circa 20 mila euro)», conferma il proprietario Luca Tanzi.

Per ora nessuna telefonata pervenuta in tabaccheria e dunque nessuna indiscrezione sul fortunato vincitore, considerata anche la vasta tipologia di utenza che affolla un centro commerciale.

Ma di sicuro a Parma è già scattata la caccia al super milionario.

Vincenzo La Camera

[ad#Redazione 468 x 60 Notizie]