TREVISO, 8 FEBB. Ieri il Trevigiano è stato lo scenario di un indicibile dramma, avvenuto tra le mura domestiche e senza un’apparente spiegazione. Veronica Squizzato, una diciannovenne di Dosson di Casier, è morta all’alba, nel suo letto, dopo una spensierata serata in compagnia, davanti agli occhi increduli della madre.

La ragazza era rientrata tardi a casa, dopo una serata come tante altre, trascorsa al Muretto, discoteca di Jesolo, con un gruppo di amici. Dopo il rientro ha salutato velocemente la madre ed è andata a letto.

[ad#Adsense Link Notizie]

Quest’ultima ha sentito dalla sua camera respirarla forte ed è andata a controllare che stesse bene, trovandola, invece, in fin di vita. Dopo aver provato a farla rinvenire in ogni modo, ha chiamato il 118, ma a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione dei medici e degli infermieri, che non hanno potuto far altro che costatarne il decesso.

Sarà compito del medico legale stabilire, attraverso l’autopsia, le cause della misteriosa morte della giovane, che, per ora, rimane solo una terribile tragedia.

Maddalena De Donato

[ad#Banner Adsense 468 x 60 Notizie]