SANREMO, 8 FEB – Ora è ufficiale: Morgan non sarà in gara al Festival di Sanremo. Lo ha confermato il direttore artistico della kermesse Gianmarco Mazzi a “L’Arena”, il programma della domenica pomeriggio di Raiuno. Alla base della decisione, oltre le dichiarazioni sulla droga rilasciate a “Max”, c’è la possibilità che la polemica di questi giorni possa influenzare i meccanismi del televoto, “anche se non saprei valutare se a suo vantaggio o svantaggio”, ha aggiunto Mazzi. Il direttore artistico ha anche confermato che il cantante non sarà sostituito da altri artisti. Incerta è invece la sua presenza al Festival in qualità di ospite “non abbiamo fatto alcuna riflessione. Ci ripromettiamo di farla nei prossimi giorni: bisognerà vedere anche se Morgan è d’accordo”.

[ad#Adsense Link Video Streaming]

Intanto, sul fronte degli ospiti, paiono quasi concluse le trattative per avere Bill Clinton, mentre sembrano tramontate le ipotesi Lady Gaga, Robbie Williams e Paolo Rossi. Se è più probabile invece Jennifer Lopez, una certezza sono il trio composto da Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble, i tre ragazzini diTi lascio una canzone” , il programma di Antonella Clerici. I tre piccoli cantanti si sono riuniti grazie a Michele Torpedine, Tony Renis e Humberto Gatica, che li hanno portati negli Usa offrendo loro un contratto con la Universal: sono gli unici italiani presenti nella nuova versione diWe are the world” per Haiti.

Altre conferme arrivano dagli ospiti italiani che si esibiranno nella serata “Leggenda” del giovedì: dovrebbero salire sul palco dell’Ariston Riccardo Cocciante, Miguel Bosè, Fiorella Mannoia, Massimo Ranieri e Francesco Renga. Confermate anche Elisa con “Canzone per te” e Carmen Consoli, che canterà “Grazie dei fior”, la canzone vincitrice del primo Festival.

Poche certezze, invece, per quanto riguarda i duetti degli artisti in gara: quelli sicuri sono al momento Valerio Scanu in duetto con Alessandra Amoroso, Enrico Ruggeri con la consorte Andrea Mirò e Arisa con il gruppo della leggenda del jazz Lino Patruno.

Valerio Assalve

[ad#Eventi 468 x 60]