[ad#Adsense Link Notizie]

CATANZARO, 06 FEBB. – Nei pressi del torrente ‘Fiumarella’ sono stati rinvenuti un teschio ed alcune ossa umane. Ci troviamo in Località Passo di Salto, di fronte al centro commerciale, nella zona di Catanzaro lido, a sud della città calabrese.

Adiacente al torrente c’è un muro di contenimento. Accanto ai carabinieri, pertanto, è stata necessaria la presenza ed il pronto intervento dei vigili del fuoco, i quali hanno dovuto montare una scala per raggiungere i resti umani. L’area in cui è avvenuto il ritrovamento è raggiungibile attraverso due strade; una di esse costeggia il fiumiciattolo e collega la stazione ferroviaria con l’ex fiera della città, quindi con la statale 19.

Al momento gli inquirenti mantengono il massimo riserbo sia sulle modalità di ritrovamento delle ossa e del teschio, che delle piste investigative che stanno seguendo. Una delle ipotesi più accreditate, tuttavia, è che i resti umani trovati possano appartenere ad uno dei due giovani scomparsi nei mesi scorsi.

Si tratta di Giuseppe Fraietta e di Luigi Grande. Infatti, se il corpo di Luigi è stato ritrovato in un casolare abbandonato a San Floro, nelle vicinanze del luogo in cui abitava, quello di Giuseppe no. I due sembra si conoscessero; inoltre, Fraietta era già noto alle forze dell’ordine per esser stato arrestato nel giugno del 2008 per spaccio di sostanze stupefacenti. Sebbene non sia ancora noto il movente del delitto, sembrerebbe che esso sia legato alla criminalità organizzata.

Gli inquirenti si domandano, pertanto, se il teschio e le ossa possano appartenere a Giuseppe Fraietta, 24 anni, ma si dovranno aspettare gli esiti dell’esame del dna per poter verificare la veridicità di tale ipotesi.

Valeria Castellano

[ad#Adsense Banner Image 468 x 60]