[ad#Adsense Link Notizie]

TORINO, 06 FEBB. – Un fiume di persone ha partecipato ieri pomeriggio al funerale di Giorgio Munteanu, il 15enne romeno accoltellato a morte da due giovani connazionali al parco di via Vibò a Torino.

La cerimonia si è svolta con rito congiunto cattolico e ortodosso. All’inizio delle esequie religiose è stata letta una lettera dell’arcivescovo di Torino, monsignor Severino Poletto. «Invito a fare anche di questo tragico evento un’occasione di riflessione – ha scritto monsignor Poletto – sulle attuali condizioni dei giovani in questa nostra società. Quando un ragazzo buono, studioso, che non faceva male ad alcuno, viene aggredito in modo così inspiegabile e ucciso in strada dobbiamo riflettere sui motivi per cui accadono queste tragedie. Invoco un senso di maggiori responsabilità e rispetto nei confronti della vita. Questo è il momento del silenzio, della preghiera e della solidarietà. Prego la società civile, la famiglia, la scuola, le parrocchie per riuscire a dare ai giovani ideali alti e valori fondamentali affinchè non accadano più fatti di questo genere».

Speciale Giorgio Munteanu – Cerca gli articoli correlati