[ad#Adsense Link Bologna]

MILANO, 5 FEBB – Odiato nella casa del Grande fratello 10, venerato fuori. Mauro Marin, concorrente del reality, non sa che circa 72mila persone si sono iscritte al suo fan club su Facebook, ma avrà immaginato che sono tanti, visto che qualcuno ha fatto addirittura sorvolare la casa da un aereo con uno striscione per lui.

Mauro non può neanche immaginare, però, la guerra che i suoi fan stanno facendo al Gf in suo nome. I “mauriani” accusano gli autori del programma prodotto da Endemol di aver pianificato un vero e proprio complotto per far fuori il loro “idolo”. Complotto che sarebbe diventato palese lunedì scorso, quando Marin, ancora una volta elevato al grado di “preferito”, è andato in nomination contro Alessia Giovagnoli (che di fan su Facebook ne ha 216). Gli accusatori affermano che, secondo il regolamento, il preferito non può andare in nomination. E che, in caso di ex aequo, i nominati devono essere tre. In realtà, come hanno fatto sapere dal programma, il preferito ha diritto a diversi vantaggi: non sempre, quindi, l’immunità. E lunedì, Mauro è stato salvato dall’eliminazione secca (gli autori, forse, si erano dimenticati del “complotto”?).

Secondo punto: devono andare al televoto almeno due persone (anche se hanno avuto gli stessi voti). Nonostante il chiarimento, la rivolta non si ferma. Ora i fan di Marin si sono dati nuovi obiettivi: quello, scontato, di votare contro Alessia e quello di boicottare i prodotti che sponsorizzano il programma o la conduttrice, Alessia Marcuzzi (per la sua presunta mancanza di imparzialità). «Non compro prodotti Danone – scrive un “mauriano” – perché mi viene in mente lei». Alla fine dei conti, i 72mila vogliono solo che il loro favorito vinca. Ma la guerra non serve, il loro ormai è un diritto. Comprato regolarmente con il televoto.

Domenica Morabito

[[ad#Adsense Banner Image 468 x 60]