[ad#Adsense Link Notizie]

LOS ANGELES, 5 FEB – A oltre sei mesi dalla morte di Michael Jackson, sembrava essersi finalmente sbloccata l’inchiesta sul medico del cantante, poi il contrordine. Una prima indiscrezione lasciava intendere che Conrad Murray, che somministro’ i sedativi causa della morte di Jacko, si sarebbe consegnato alla giustizia e sarebbe stato incriminato ufficialmente per omicidio colposo.

Poi la rottura definitiva delle trattative fra la Procura di Los Angeles ed i legali del medico, che non si presentera’ e non sara’ incriminato.

Redazione

[ad#Adsense Link Video Streaming]