BOLOGNA, 3 FEB. – Ancora nessuna notizia di Mariano Cologna. Lo studente di 28 anni scomparso la mattina del 25 gennaio è come sparito nel nulla. Continuano incessanti le ricerche nella zona del Parco dei Gessi nei pressi di San Lazzaro di Savena, nel bolognese. Sono attivi circa 160 uomini tra carabinieri, speleologi e protezione civile. Il ragazzo, originario di Trento e prossimo laureando in antropologia all’Unibo (avrebbe dovuto sostenere gli ultimi due esami proprio in questa settimana, prima della discussione della tesi in marzo) è uscito di casa dicendo al coinquilino che sarebbe andato a fare jogging, lasciando però il cellulare nell’appartamento.

Dopo tre giorni dalla scomparsa, seguita dall’allarme dato dai suoi genitori, dalla sua ragazza (che non riusciva a rintracciarlo al cellulare) e dagli amici, è stata ritrovata la sua bicicletta con la quale era uscito. Ormai nove giorni fa.

Alla ricerca di Mariano partecipano anche il padre e il fratello. Nonché numerosi suoi amici. I quali hanno aperto anche un gruppo su facebook (“Ragazzo scomparso a Bologna”), invitando chiunque abbia delle indicazioni da dare o pensi di averlo visto di farsi avanti. Mariano indossava pantaloni e scarpe da ginnastica con un cappotto marrone. Aveva con sé anche uno zainetto blu. Inoltre, il ragazzo ha due tatuaggi tribali sul corpo e numerosi piercing.

Gli inquirenti non escludono l’ipotesi dell’incidente, anche alla luce del fatto che nella zona dove è stata ritrovata la bici e dove presumibilmente Mariano si sia recato, sono presenti numerose grotte.

Dettaglio non da poco, in questi giorni la zona del Parco dei Gessi è invasa dalla neve, che crea non pochi disagi alle operazioni di ricerca.

Vincenzo La Camera