Baby gang NapoliNAPOLI, 03 FEBB. – Uno sguardo di troppo, che a qualcuno è sembrato un vero insulto. Passano solo due giorni e i gruppi si incontrano di nuovo: ancora sguardi ma questa volta si va anche oltre e trasformando la sfida in una vera e propria spedizione punitiva, a colpi di mazze da baseball.

È accaduto a Napoli dove ieri sera un 17ennne è stato aggredito da un coetaneo e da un 18enne. Gli aggressori, incensurati, sono stati arrestati: per loro l’accusa è di tentato omicidio in concorso. Inizia tutto per futili motivi, domenica scorsa. Minacce affidate a sguardi tra ragazzi dello stesso quartiere, il Vomero. Poi, ieri sera, in piazza Fanzago, la storia continua. Armati di un bastone da baseball e di un coltello i due aggrediscono il 17enne. Gli aggressori sono stati identificati dai carabinieri nelle loro abitazioni dove sono stati sequestrati, tra l’altro, due bastoni da baseball e un coltello a serramanico, ancora macchiati di sangue.

La vittima dell’aggressione è stata trasferita all’ospedale Cardarelli: è stata colpita all’addome con il coltello e gli sono stati diagnosticati un trauma cranio-cervicale, ferite lacero contuse multiple al volto. È stato ricoverato al reparto di chirurgia d’urgenza con prognosi di 10 giorni.

BoTG24