NAPOLI, 18 OTT. – Un omicidio surreale sulle strade dell’hinterland napoletano. Giuseppe Pizza, 28enne di San Giuseppe Vesuviano (Napoli), è stato ucciso stanotte a coltellate, in via Croce Rossa.

La vittima è stata massacrata per una banale lite scoppiata tra automobilisti, nel traffico della cittadina partenopea.

Secondo una prima ricostruzione compiuta dai carabinieri, sembra che Pizza – che risulta al momento incensurato – possa essere stato vittima di una lite scaturita per motivi di viabilità.

Sull’auto del giovane, una Mercedes Classe «A», ferma sul ciglio della strada, la scientifica ha individuato lievi danni alla carrozzeria, probabilmente dovuti alle conseguenze di un lieve incidente stradale. È plausibile – sostengono i militari dell’Arma – che lo scontro verbale sia sfociato in una violente lite finita con l’accoltellamento e la morte del giovane.

Sale ancora, così, il conto degli omicidi fra estranei da liti nate per motivi banali, dopo il pugno nel metrò per uno sgarbo in una coda a Roma e il tassista ridotto in fin di vita per aver investito un cane.

Redazione