PALERMO, 3 SETT. – E’ Salvatore Calì il nome dell’uomo trovato morto questa mattina, nell’androne di un palazzo alla periferia di Termini Imerese. Il corpo del 30enne, originario di Bagheria (Palermo), freddato da tre colpi di pistola al torace, è stato rinvenuto casualmente da una donna, mentre andava a gettare l’immondizia.

Le indagini della Polizia di Stato si stanno concentrando sulla vita privata dell’uomo che era omosessuale e lavorava come cameriere in un bar di Bagheria, a qualche chilometro da Termini Imerese. La modalità dell’omicidio rimanda a un’esecuzione e al momento nessuna pista può essere esclusa. Salvatore Calì era incensurato.

Cristina Reggini

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder][ad#Cpx Banner]