BERGAMO, 2 SETT.Un ragazzo sensibile ed estroverso senza alcun problema psicologico, così lo ritraggono amici e familiari. L’adolescente di Mornico al Serio (Bergamo), che ieri si è tolto la vita, è stato trovato dalla madre appeso ad una corda nella sua camera.

A causare la tragedia sembra essere stato un rimprovero severo, che i genitori avrebbero fatto al figlio per non avere terminato i compiti delle vacanze. Nessuno poteva immaginare quel gesto estremo, solo la mente di un adolescente, in lotta spesso con il mondo, può trasformare la rabbia provocata da un semplice rimprovero in un gesto di negazione totale della vita.

Cristina Reggini

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Banner]