Raid Bowling PozzuoliFIRENZE, 24 APR. – E’ stato ritrovato impiccato con un lenzuolo nella sua cella del carcere di Sollicciano, a Firenze, l’esecutore e probabile mandante del raid punitivo al bowling di Pozzuoli del 14 Marzo Giuseppe Palumbo.

Arrestato mercoledì scorso a Firenze, il processo che si è tenuto stamattina aveva appena confermato lo stato di arresto.

Secondo le indagini della Dia (Direzione Investigativa Antimafia), l’assalto al bowling era legato a dei conti in sospeso fra la moglie del trentaquattrenne Palumbo e lo zio di quest’ultima.

Sei le persone identificate (tra cui anche un minorenne), due delle quali sono riuscite a sfuggire all’arresto.

Quello di Palumbo è il ventunesimo caso di suicidio in cella dall’inizio dell’anno. Questo dato mette in allarme l’on. Leoluca Orlando, che interpreta il suicidio del detenuto come “l’ennesima testimonianza che è necessario agire con urgenza per migliorare la situazione delle carceri italiane”. Il presidente della Commissione Errori Sanitari dichiara di voler aprire un’inchiesta che dimostri se e quanto venga tutelato il diritto al benessere psico-fisico dei detenuti.

Diletta Sarzanini

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Zanox 300 x 250]

[ad#Juice Overlay]