[ad#Adsense Link Notizie]

BOLOGNA, 6 FEB.Eventi vari e variamente interessanti questo sabato e domenica: alla scoperta del museo di zoologia, di MacBeth rivisitato, e della televisione dell’Europa dell’Est

Sabato 6 febbraio dalle 10 alle 17, in Sala Borsa lo Urban Center (ultimo piano) ospita il seminario Media e cultura comunitaria. Per una storia televisiva dell’Europa, organizzato dall’Istituto Storico Parri sulla televisione dell’Europa dell’Est. Si parlerà di come la storia è presente nei programmi televisivi (di cui si vedranno spezzoni) in onda in Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Ungheria, Lituania e Finlandia.

Alle ore 21, sempre di sabato, l’Auditorium Spazio Binario di Zola Predosa (Palazzo Comunale, Piazza di Vittorio 1) va avanti con la rassegna Contronatura presentando lo spettacolo Il pigiama di MacBeth. Luca Stetur è il re scozzese in ciabatte e pigiama che in un intenso monologo rimugina su sensi di colpa e i ricordi, in un flashback intimista.

Continuano anche le Paurosissime visite al Museo di Zoologia (v. Selmi 3), un modo per far rivivere i due piani di animali imbalsamati del museo, tra rumori sinistri, mummie e il gruppo di Malandrino & Veronica. Venerdì e sabato alle 18.30 e 20, domenica alle 17 e 18.30 (13euro).

Domenica 7 febbraio Teatri di Vita (via Emilia Ponente 485) alle 19 presenta il lungometraggio Sleeping around di Marco Carniti. Una serie di storie notturne: un ragazzo sieropositivo che parla delle sue esperienze sessuali, una donna che usa il sesso in cambio di informazioni, una ragazza anoressica. Segue l’incontro con il regista e sceneggiatore.

Per chiudere la cinquina consiglio di andare a vedere la “mostruosa” mostra fotografica Fake Too Fake (Orea Malià, v. Ugo Bassi 15), dove il collettivo di artisti presenta corpi perfettamente smembrati o ricuciti o stagliuzzati (per avere un assaggio guardare qui http://www.facebook.com/album.php?aid=148080&id=240863463170). Una mostra potente e provocatoria che fa il verso alla ricerca pretenziosa della perfezione fisica.

Eva Brugnettini

[ad#Adsense Link Video Streaming]