RICCIONE, 26 LUGLIO – Sarà lo spread che si alza o la calura estiva che fa venir voglia di spogliarsi anche a chi abitualmente è vestito di giacca e cravatta, non è dato saperlo. Il fatto è che il porno amatoriale italiano è in continuo fermento.

Dopo il caso dell’anno del film di Sara Tommasi (che non può essere detto propriamente amatoriale, è vero), sono sempre in aumento le piccole case di produzione cinematografica che sfornano mensilmente nuovi prodotti hard in cui la fa da padrona la cosiddetta “gente della porta accanto”. Il pensiero segreto di ogni spettatore che, guardando un film vietato, sogna di intravedere dietro la mascherina la bella vicina di casa che annaffia le piante sempre mezza svestita o il dirimpettaio che imbianca l’appartamento lasciando intravedere la muscolatura del petto.

Questa volta è il turno di quattro coppie del riminese, Le porno peccatrici di Riccione e Cattolica è il titolo dell’ultima fatica cinematografica di Lucrezia F, la regista.

Gli otto attori “della strada” hanno così sfidato l’obiettivo della telecamera nei momenti più intimi per delle performance che non hanno nulla da invidiare a quelle degli attori professionisti, assicurano i produttori.

[smartads]

La coppia che apre il film è di Cattolica, lei 33 anni e lui 34, nella vita di tutti i giorni sono cameriera e commerciante. Poi c’è la coppia di Riccione, cittadina in cui è stato girato quasi tutto il film, lei è una bellissima insegnante di fitness in una palestra e lui fa il barista, entrambi 35 anni. Non potevano mancare la casalinga disperata e l’operaio, coppia trentenne di Misano. La coppia che chiude il film è formata da due imprenditori. Coppie normalissime con figli e con una grande passione per il sesso. Tutti scambisti abituali, sono stati “reclutati” dai produttori del film nei privè della zona.

 “I nostri film si distinguono per la partecipazione di attori non professionisti — racconta Galimberti, uno dei produttori — Questo è, per noi, motivo d’orgoglio, e crea molta curiosità anche tra il pubblico. Il titolo dice già tutto. C’è chi acquista il dvd solo per cercare di riconoscere i nostri attori.”

Qualcuno riuscirà a riconoscerli? Per saperlo basterà precipitarsi in una delle numerose edicole della zona e acquistare una copia del film. Buona caccia!

Simone De Rosas

derosas.simone@gmail.com