SAN GIOVANNI IN PERSICETO, 02 MAGGIO – Un pensionato di 61 anni è stato trovato morto in casa nel pomeriggio di ieri. Il vicino di casa, dopo giorni di assenza, ha dato l’allarme e i Carabinieri hanno scoperto il cadavere in camera da letto.

La porta di casa, da prime indiscrezioni, sembra non presentare segni di forzatura, ma all’interno dell’appartamento di A. M., queste le iniziali del defunto, c’era una gran confusione. Questo lo scenario che hanno trovato i Carabinieri al loro ingresso nell’abitazione di via Budrie permesso dall’intervento dei Vigili del Fuoco.

Il Pm di turno, Marco Mescolini, ha disposto per oggi l’esame autoptico che farà luce sulle cause del decesso. Il cadavere non presenta segni evidenti di violenza, ma dato il soqquadro nell’appartamento non è escluso che l’uomo non fosse solo in casa. Ad una sommaria verifica degli oggetti sembra non mancare nulla, ma gli inquirenti non escludono comunque nessuna pista.

L’uomo, rappresentante di vernici in pensione, ha un figlio che vive in Inghilterra e si era separato dalla moglie anni fa.

Luca Bresciani